Far scorrere la vita con LEGGEREZZA

DI LAURA TOFFOLO

Madan e Laura in treno verso Firenze - ottobre 2008

Questo è l’invito che ci rivolge il nostro Guru di Risate, il Dr. Madan Kataria , in un suo recente articolo. E ogni volta mi accorgo di come siano illuminanti i suoi consigli e ripenso ai bellissimi momenti trascorsi insieme (nella foto siamo in treno durante il suo tour italiano del 2008)  e a quelli che avremo sicuramente occasione di trascorrere…. basta lasciarsi fluire.

Oggi abbiamo inaugurato a Roma un nuovo Club della risata presso il CEIS di “Don Mario Picchi” e c’erano circa 50 persone. Tutte desiderose di apprendere come si può ridere senza motivo, tutte gioiose e speranzose alla fine della sessione, per continuare a farlo durante il Corso appena partito. Purtroppo per motivi di autorizzazioni e privacy non abbiamo potuto documentare con foto e video l’evento , ma tutto è rimasto nei nostri cuori e continua a pulsare gioia. Con me c’erano alcuni Leader che mi seguono da alcuni anni e qualche nuova entry : Rossella Belsasso, Sara Villella, Teresa Oliva e Wladimiro Lembo. GRAZIE a tutti di CUORE e godiamoci di seguito l’articolo del nostro GURU tradotto da Loretta Bert.

FAR SCORRERE  LA VITA CON LEGGEREZZA

Vi è mai capitato di  vivere momenti in cui sembra non dobbiate fare alcuno sforzo,  perché tutto è dalla vostra parte e ogni cosa va a posto da sola,  o vi capitano solo cose buone? Immaginate di camminare con il vento in poppa, un vento dolce che vi sospinge con leggerezza sul vostro cammino. Pensate a una persona e, d’improvviso, senza che voi abbiate fatto nulla, quella persona vi chiama. Chiacchierate per ore. Il tempo sembra fermarsi. Abbiamo tutti sperimentato questo tipo di sincronicità, quei momenti in cui la vita sembra perfetta, ma ciò avviene di rado.

Come sarebbe la vita se questi momenti diventassero più frequenti? Che cosa accadrebbe se l’intera vita scorresse con leggerezza? Immaginate di scivolare lungo la vostra esistenza con scioltezza, senza bisogno di combattere, senza provare paura, senza scadenze, senza conflitti…..un dolce flusso!

Lasciar scorrere la propria vita con leggerezza non significa che tutta l’esistenza sia facile o che fili tutto liscio come l’olio. Muoversi con il flusso non significa nemmeno che non bisogna darsi da fare. Dovete dare il meglio di voi stessi, indipendentemente da quale risultato otterrete. Ogni cosa che fate deve essere fatta nello spirito dell’amore e senza aspettative. Lavorare solo in vista del risultato non vi consentirà di farlo senza sforzo. Scorrere attraverso la vita significa affrontare le sfide con la minima resistenza possibile, accettandole pienamente e facendo del vostro meglio.

Lasciar scorrere la vita con leggerezza non significa nemmeno che non si debbano avere obiettivi. Potete coltivare i sogni che volete. Fate del vostro meglio, ma senza accanirvi sul risultato. Sognate, scegliete le vostre mete e poi date il meglio di voi stessi e, se qualcosa dovesse andare storta, semplicemente riprovate. Cambiate strategie, lavorate su nuovi piani d’azione, sforzatevi un po’ di più. Se non c’è niente da fare,  forse non era destino. Per scorrere lungo la vita con leggerezza, abbiate fiducia, confidate nel fatto che l’Universo ha in serbo dei piani per voi.

Far scorrere la vita con leggerezza significa credere e confidare nel fatto che,  qualunque sia il vostro cammino, quello è giusto per voi, è voluto dall’Universo, sia che lo comprendiate sia che vi risulti a volte oscuro. Per vivere così, si deve credere in questo concetto senza la minima ombra di dubbio.

Ciò significa comprendere le Leggi dell’Universo a allineare a esse il cuore e la mente.

Significa accedere alla propria mente superiore e collegarsi all’Energia Universale, diffondendo così i propri  pensieri fra le persone che condividono gli stessi valori di fondo in ogni parte del mondo, in modo da arrivare il più vicino possibile ai propri obiettivi.

Significa diventare tutt’uno con me stesso e con gli altri – io appartengo a loro e loro appartengono a me, senza giudizio, confronto o competizione.

Far scorrere la vita con leggerezza non significa nemmeno ottenere tutto ciò che si desidera. Significa soprattutto essere in pace con ciò che si ha.

Significa essere, piuttosto che agire, anche se questo non vuol dire che non bisogna fare nulla. Semplicemente si tratta di intraprendere il cammino opponendo la minor resistenza possibile. Quindi non è necessario lavorare eccessivamente, quanto piuttosto  lavorare in modo efficace.

Significa che,  se c’è un dolore, sarà un dolore senza sofferenza. Il dolore è un disagio nella mente o nel corpo che viene e va. La sofferenza è una risposta appresa a qualcosa di doloroso. Il dolore può andare e venire, ma la sofferenza rimane. Far scorrere la propria vita  con leggerezza significa sentire il dolore, attraversarlo e lasciare poi sia il dolore sia la sofferenza alle proprie spalle.

Dr. Madan KATARIA